• img-book

    Descendit ad Inferos A cura di: 10,00

    I GRAFFITI DEI PRIGIONIERI DELL’INQUISIZIONE ALLO STERI DI PALERMO

    Descendit ad Inferos è un saggio sugli obiettivi e le funzionalità delle carceri nell’attività del Santo Officio.

    In particolare sull’utilizzo “sociale” dei muri come supporto per la scrittura, sul ruolo delle immagini disegnate nell’incoraggiare la devozione, nel segnalare atteggiamenti di sostanziale consenso. O, al contrario, di resistenza all’attività giudiziaria dell’Inquisizione.

    Gianclaudio Civale espone riflessioni sui significati e le potenzialità dei graffiti dello Steri. Va così ad aggiungere valore alla ricerca storica, ruotando intorno al tema della scrittura muraria nelle epoche passate.
    Il contesto diventa fondamentale. La descrizione delle condizioni particolari del carcere palermitano, le circostanze pratiche in cui le iscrizioni furono eseguite.

    Poi il focus su alcune specifiche serie di graffiti, quelli contenuti all’interno delle celle 2 e 3, considerati da molti tra i più suggestivi e interessanti.

    Il vano 3 delle prigioni custodisce alcune delle più affascinanti raffigurazioni dell’intero complesso. La sua rilevanza, tuttavia, non risiede nella qualità delle sue decorazioni, bensì nel fatto che le figure sono corredate dall’indicazione dell’anno e dei nomi o delle iniziali di coloro che le realizzarono.

    Un viaggio appassionante attraverso il tempo e le immagini.

    Per ulteriori info. clicca  QUI.

  • img-book

    Frammenti. Mattonelle maiolicate dal centro storico di Palermo A cura di: Mario Scotto 15,00

    Frammenti. Mattonelle maiolicate dal centro storico di Palermo
    Questo volumetto nasce dal desiderio di condividere la collezione di mattonelle maiolicate che ho trovato e raccolto tra le macerie di edifici e palazzi in rovina nel centro storico di Palermo. Prevalentemente negli anni Novanta, periodo in cui ho diretto il servizio Interventi Urgenti e Manutentivi per l’Ufficio del Centro Storico del Comune di Palermo.
    Dopo due decenni molto bui per la storia della città, le tragiche morti dei giudici Falcone e Borsellino avevano innescato una fase di svolta a Palermo. Migliaia di cittadini che scendevano in piazza contro la mafia e le logiche che, nei due decenni precedenti, avevano portato la città al disastro. Ciò condusse, fra le altre cose, ad un processo generale di riqualificazione edilizia e urbanistica di Palermo che prese l’avvio dal risanamento del centro storico della città. Centro Storico che, con i suoi 250 ettari, è uno dei centri storici più grandi d’Europa non ché uno fra i più interessanti.

  • Sale!
    img-book

    L’Isola dei Vicerè A cura di: Francesco Benigno 10,00 7,00

    L’isola dei Vicerè:
    Potere e conflitto nella Sicilia spagnola (sec. XVI-XVIII)

    La storia della Sicilia spagnola può essere guardata con occhi molto diversi da quelli che una radicata tradizione storiografica ci ha abituati ad usare. Invece di indugiare su una vicenda di sconfitte e delusioni, di occasioni mancate e di fallimenti, si può tentare di rileggere la vicenda isolana nei secoli XVI-XVIII come quella di un universo in trasformazione, per quanto difficile e contrastata. Invece di immaginare secoli senza politica, contrassegnati dalla brutale sopraffazione e da velleitarie resistenze, si può delineare uno scenario intricato di alleanze e di lotte politiche, di scontri e di capovolgimenti di fronte. Invece di ipotizzare una società chiusa in sé stessa, dedita a coltivare un’essenza interiore, la sicilianità, tanto impalpabile da risultare metafisica, si possono con pazienza ricostruire le relazioni di potere, le reti personali e culturali, gli scambi. Invece di fantasticare su un’isola arcigna, dominata da un baronaggio coeso, che patteggia con la Corona lo scambio tra fedeltà e predominio sociale, si possono rintracciare i legami trasversali che legano le divisioni della provincia siciliana a quelle del centro della Monarchia. È ciò che prova a fare questo libro, dedicato alle forme del potere e alle dinamiche del conflitto nella Sicilia spagnola. Ne risulta un universo mosso e cangiante, riletto con domande aggiornate e perciò non solo più interessante ma anche più attuale.

  • img-book

    La Kalsa e le sue piazze A cura di: Maurizio Vesco 10,00

    ARCHIVI, STORIA E PROGETTO URBANO A PALERMO

    La Kalsa e le sue piazze è una raccolta di studi intorno al progetto urbano della Palermo tra Cinquecento e Ottocento.
    Un lavoro di ricerca di Maurizio Vesco, compiuto tra biblioteche e archivi non solo italiani, in più di un ventennio.

    È un pretesto per parlare della città nel suo insieme. Delle strategie di rinnovamento e ammodernamento dei suoi spazi fisici, nonché, ieri come oggi, di potenziamento delle sue attrezzature e infrastrutture.

    Un viaggio illustrato. Una Palermo tutta da scoprire.

    Interrogativi, dubbi e conclusioni, su molti dei quali ho voluto che si cimentassero pure gli studenti nelle esercitazioni dei miei corsi di Storia della progettazione urbana e di Storia della città e del territorio, negli anni di insegnamento presso la Facoltà, e poi il Dipartimento, di Architettura dell’Università degli Studi di Palermo.

    Infatti, hanno partecipato alla stesura di La Kalsa e le sue piazze, alcuni dei tesisti di Maurizio Vesco, in particolare Veronica Gizzi, Eliana Lombardo e Giuseppe Tuzzolino.

    Rimanendo sul tema di una Palermo del passato e delle sue caratteristiche fisiche, rimandiamo l’attenzione a un articolo di Ninni Giuffrida, “L’alluvione a Palermo del 1557” (lo potete leggere cliccando QUI).

  • img-book

    Palcoscenici del Mondo nella Palermo barocca A cura di: Cancila Rossella 10,00

    La Monarchia cattolica degli Aburgo di Spagna è la protagonista del saggio di Rossella Cancila sulla Palermo barocca.
    Articolato in due capitoli, il primo tratta la celebrazione civile della Monarchia nella sua totalità, mentre il secondo la cerimonia funebre di Filippo IV.

    Il libro è illustrato. Contiene le cartine originali della città, disegni del Palazzo Reale, foto in bianco e nero delle statue più belle.

    Il monumento marmoreo dedicato a Filippo IV è

    posto sul piano antistante del Palazzo Reale […]: uno spazio scenico, in cui il palcoscenico era il Mondo, proprio a voler significare la globalità della Monarchia.

    La cerimonia funebre è trattata con

    toni apologetici verso il defunto monarca con l’intento di esaltare la religione e l’elemento divino.

    Ciò che emerge dalla lettura è

    L’ideale […] di una monarchia universale, capace di comprendere tutte le parti del mondo, governate e sottomesse dal sovrano, che ne rappresenta la sintesi.

     

  • Sale!
    img-book

  • img-book

    Una galassia seminata di stelle A cura di: Rosalia Francesca Margiotta 10,00

    Una galassia seminata di stelle – Il festino di Santa Rosalia in una cronaca del 1693. 

    Un libro di Rosalia Francesca Margiotta. Un viaggio attraverso le arti figurative per dimostrare quanta importanza abbia il culto di Santa Rosalia, protettrice di Palermo, per i cittadini.

    A fondamento del libro vi è il testo del padre gesuita Ignazio de Vio, che l’autrice commenta in questo volume.

    Attraverso la descrizione dettagliata del festino del 1693, l’autrice

    costituisce quindi un ulteriore importante tassello nell’opera di ricostruzione di un contesto culturale […] nella definizione dell’identità cittadina.

     

    Per ulteriori prodotti della collana Frammenti, clicca QUI.