• img-book

    OADI – Rivista nr. 15 A cura di: 20,00

    Rivista dell’Osservatorio per le Arti Decorative in Italia – Anno 2017

    Sommario

    7 Editoriale

    9 Abstract

    13 Il Museo Stibbert un ideale centro per lo studio delle arti decorative
    di Enrico Colle

    21 Un Tesoro Nazionale del Giappone, la spada della tomba Inariyama
    di Riccardo Franci

    31 Le braccia dei santi al servizio di Dio: I reliquiari a braccio
    di Giulia Menato

    51 Reliquie e reliquiari dei santi Sebastiano, Luca e Cristoforo nel Museo del Tesoro della Basilica
    di San Pietro in Vaticano, di Sante Guido

    77 Il “cornigiaro” Francesco Perone e il pittore Luigi Gentile, due nomi per un quadro custodito ad Alba de Tormes
    di Lucia Ajello

    87 Piccole meraviglie in alabastro, avorio e corallo: nuove aggiunte alle arti decorative siciliane a Malta
    di Roberta Cruciata – Edgar Vella

    93 La lacca giapponese: l’equipaggiamento del samurai nelle collezioni del Museo Stibbert
    di Martina Becattini

    107 Tre mobili inediti provenienti dalle dimore reali italiane
    di Enrico Colle

    119 Un documento inedito sugli arredi siciliani del secolo XVIII. Il letto della figlia
    del Marchese D’Amico (1791), di Elvira D’Amico

    125 Una sinfonia d’argenti nell’isola di Tinos: le chiese di Komi, Tarambàdos e Volax
    di Giovanni Boraccesi

    Per ulteriori prodotti della stessa collana, cliccare QUI.

  • Sale!
    img-book

    Odisseo – Arriving Alone A cura di: Amoruso Marcello, Cipolla Nicola, Piraneo Chiara, Salvato Valentina, 24,00 12,00
    Collana Altre Pubblicazioni – “Odisseo – Arriving Alone”
    Testo a cura di: Marcello Amoruso, Nicola Cipolla, Chiara Piraneo, Valentina Salvato
  • img-book

    ORIZZONTI DI CERAMICA IN SICILIA IN EPOCA CONTEMPORANEA A cura di: Cristina Costanzo 35,00

    Lo studio di Cristina Costanzo Orizzonti di ceramica in Sicilia in epoca contemporanea. Carla Accardi, Pietro Consagra, Renato Guttuso è dedicato a una selezione di esperienze artistiche siciliane particolarmente significative nel campo della ceramica del Novecento. Riservandosi un approfondimento sino ai giorni nostri in un volume di prossima uscita, il saggio traccia un excursus dell’impiego della ceramica siciliana dalla fine del XIX secolo sino agli anni 2000.

    Seguendo un percorso particolarmente vivace e creativo questo medium, che in Sicilia vanta una tradizione millenaria, si piega con successo all’urgenza di totalità delle arti e, a cavallo tra artigianato, pittura e scultura, rivela il proprio straordinario potenziale. Ripercorrendo le vicende della Ceramica Florio, con cui collaborano Ernesto Basile e Rocco Lentini, Cristina Costanzo esamina la relazione trasversale che intercorre tra arte e artigianato, facendo riferimento all’importante collaborazione di Pippo Rizzo con la ceramica futurista faentina.

  • img-book

    Palcoscenici del Mondo nella Palermo barocca A cura di: Cancila Rossella 10,00

    La Monarchia cattolica degli Aburgo di Spagna è la protagonista del saggio di Rossella Cancila sulla Palermo barocca.
    Articolato in due capitoli, il primo tratta la celebrazione civile della Monarchia nella sua totalità, mentre il secondo la cerimonia funebre di Filippo IV.

    Il libro è illustrato. Contiene le cartine originali della città, disegni del Palazzo Reale, foto in bianco e nero delle statue più belle.

    Il monumento marmoreo dedicato a Filippo IV è

    posto sul piano antistante del Palazzo Reale […]: uno spazio scenico, in cui il palcoscenico era il Mondo, proprio a voler significare la globalità della Monarchia.

    La cerimonia funebre è trattata con

    toni apologetici verso il defunto monarca con l’intento di esaltare la religione e l’elemento divino.

    Ciò che emerge dalla lettura è

    L’ideale […] di una monarchia universale, capace di comprendere tutte le parti del mondo, governate e sottomesse dal sovrano, che ne rappresenta la sintesi.

     

  • Sale!
    img-book

  • img-book

    Palermo Fluid City. Azioni connettive di rigenerazione urbana e umana A cura di: Cosimo Camarda 25,00

    Palermo Fluid City è la città liquida descritta e progettata da Cosimo Camarda.
    Nella sua tesi di laurea magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale si propone come la nuova immagine di futuro di Palermo. Uno spazio reale per coltivare il suo cosmopolitismo metropolitano.
    Questo libro è un lavoro didattico di pregio che fa intravedere fertili semi di ricerca come è nello spirito della collana editoriale, dedicata ai giovani studiosi in formazione per disseminare le loro idee e per arricchirle delle relazioni con la comunità scientifica.

     

  • img-book

    Passio Christi | La Grande Passione A cura di: Chiara Agnello 25,00

    La Grande Passione di Albrecht Dürer è qui racchiuso in 12 incisioni. 

    Questo lavoro ha come tema principale la Passione di Nostro Signore Gesù  Cristo.

    Le incisioni […] si prestano a una nuova esperienza estetica religiosa; infatti, a differenza delle tele […] il lavoro d’incisione favorisce lo scavo dell’immagine e quindi un’accentuazione del segno grafico. Esso non serve soltanto a contornare i personaggi o a delimitare gli spazi, quanto piuttosto a dare forza/intensità al profilo e profondità ai sentimenti.

    Albrecht Dürer

    stabilendosi a Norimberga nel 1495 […], si dedica al progetto di una raffigurazione della Passione di Cristo.

    Per altri prodotti della stessa collana, cliccare Qui.

  • img-book

    Per la raccolta museale del Teatro Massimo di Palermo A cura di: Cristina Costanzo 20,00

    Il lavoro di Cristina Costanzo si è concentrato sulla raccolta museale del Teatro Massimo.
    Soprattutto, attraverso sopralluoghi, ha potuto visionare i materiali e ha individuato un patrimonio eterogeneo.
    Il corpus più antico faceva parte della collezione del Museo d’Arte Teatrale.

    Dipinti, sculture, disegni di architettura, archetipi, fotografie e stampe nella maggior parte dei casi inediti sono presi in esame, formando un’ampia selezione di lavori raccolti.

    Pertanto, l’indagine del contesto storico-artistico e della temperie culturale palermitana dei secoli XIX e XX è il punto di partenza dell’analisi.

    Infine, l’auspicio è che tale prima ricognizione della raccolta storico-artistica del Teatro Massimo, possa offrirsi a una ulteriore e più ampia indagine finalizzata alla conoscenza di un patrimonio ancora da scoprire.

  • img-book

    Ponti di Parole – Livello Iniziale A cura di: Gruppo di lavoro ItaStra 7,00

    Dopo PONTIdiPAROLE Livello Alfa e Livello Alfa 1, dedicati rispettivamente ai migranti analfabeti e a bassa scolarizzazione, è in uscita PONTIdiPAROLE Livello Iniziale, dedicato ai migranti già in possesso di competenze di lettoscrittura e utile per conseguire la certificazione per il permesso di lungo soggiorno.
    UN PERCORSO DI FORMAZIONE SEGUITO “PASSO DOPO PASSO”
    Il volume si caratterizza, come i precedenti, per un approccio strategico ai testi scritti e orali e per il sostegno all’autonomia dei migranti nel proprio percorso di apprendimento.
    Le attività proposte nel volume forniscono infatti agli apprendenti linee di azione ben precise, guidandoli passo dopo passo a svolgere i compiti comunicativi. Proprio la trasparenza e il dettaglio delle operazioni richieste nell’esecuzione dei compiti rendono le strategie facilmente riconoscibili e così riutilizzabili in contesti analoghi. Anche l’uso di accorgimenti tipografici (colori, icone) e la cura nell’organizzazione dello spazio delle pagine permettono agli apprendenti di orientarsi nelle attività che stanno svolgendo concentrandosi sulla o sulle abilità di volta in volta mobilitate.
    Ciascuna delle sette unità di lavoro è aperta da un’attività introduttiva che ha lo scopo di definire il contesto e opera su abilità integrate, mentre nelle attività successive sono trattate in modo più analitico.
    TESTUALITÀ ORALITÀ E MULTIMEDIALITÀ
    I testi, scritti e orali, sono organizzati in modo semplice e intuitivo in modo che gli studenti possano confrontarsi con forme dei tipi descrittivi, espositivi e regolativi legate all’interazione sociale. Tutte le attività di lettura e scrittura sono sviluppate nell’ambito della testualità, in modo che ciascun segmento di apprendimento della lingua sia comunque legato a scopi comunicativi.
    Come nei precedenti volumi ampio spazio è dato all’oralità: le attività di ascolto e parlato sono ben incardinate in contesti comunicativi autentici e sono finalizzate anche a consolidare la consapevolezza metalinguistica.

    IL PORTALE MULTIMEDIALE / video, documenti e tutorial
    Il manuale è completato dalle componenti multimediali presenti sul portale dedicato (www.pontidiparole.com) pensato per i docenti, ma accessibile anche agli studenti, da cui sono scaricabili gratuitamente i materiali audio e video, che permettono di sviluppare le attività previste dal manuale, altri materiali come test, verifiche ed esercizi integrativi, alcuni dei quali da svolgere fuori dall’aula, tutorial e suggerimenti.
    L’articolazione minuziosa delle attività e i numerosi materiali e supporti a ciascuna di esse presenti nel sito rendono il lavoro del docente molto snello in fase di progettazione sia iniziale che in itinere e in fase di reperimento dei materiali, permettendogli di dedicarsi con serenità alla gestione delle lezioni.

  • img-book

    PONTI DI PAROLE – LIVELLO INIZIALE (2° EDIZIONE) A cura di: Gruppo di lavoro ItaStra 10,00

    Dopo PONTI di PAROLE Livello Alfa e Livello Alfa 1, dedicati rispettivamente ai migranti analfabeti e a bassa scolarizzazione, è in uscita PONTIdiPAROLE Livello Iniziale, dedicato ai migranti già in possesso di competenze di lettoscrittura e utile per conseguire la certificazione per il permesso di lungo soggiorno.
    UN PERCORSO DI FORMAZIONE SEGUITO “PASSO DOPO PASSO”
    Il volume si caratterizza, come i precedenti, per un approccio strategico ai testi scritti e orali e per il sostegno all’autonomia dei migranti nel proprio percorso di apprendimento.
    Le attività proposte nel volume forniscono infatti agli apprendenti linee di azione ben precise, guidandoli passo dopo passo a svolgere i compiti comunicativi. Proprio la trasparenza e il dettaglio delle operazioni richieste nell’esecuzione dei compiti rendono le strategie facilmente riconoscibili e così riutilizzabili in contesti analoghi. Anche l’uso di accorgimenti tipografici (colori, icone) e la cura nell’organizzazione dello spazio delle pagine permettono agli apprendenti di orientarsi nelle attività che stanno svolgendo concentrandosi sulla o sulle abilità di volta in volta mobilitate.
    Ciascuna delle sette unità di lavoro è aperta da un’attività introduttiva che ha lo scopo di definire il contesto e opera su abilità integrate, mentre nelle attività successive sono trattate in modo più analitico.

  • img-book

    Proceedings of the Symposium “Updates in Pathobiology”: Causality and Chance in Ageing, Age-related diseases and Longevity A cura di: Calogero Caruso, Giulia Accardi, 10,00

    The Symposium “Updates in Pathobiology: Causality and Chance in Ageing, Age-related diseases and Longevity” was held on March 24 in Palermo, 2017 (Sala delle Capriate, Palazzo Chiaramonte Steri), the day after exams for obtaining the title of PhD in Molecular Medicine and Biotechnology XXIX, Cycle (Coordinator Prof. Calogero Caruso) by seven PhD candidates; four of them have been awarded the title of Doctor Europaeus.

    La casa editrice Edity lavora in collaborazione con Palermo University Press, con l’obiettivo di rendere disponibile la conoscenza accademica su scala globale.
    Infatti, Atti e Convegni è una collana della University Press che si occupa proprio di questo.

    Per ulteriori informazioni, cliccare QUI.

  • img-book

    PROSPETTIVE PER LA DIDATTICA DELLA STORIA IN ITALIA E IN EUROPA A cura di: Enrico Valseriati 25,00

    Partendo dallo stimolo offerto dalle più recenti riforme scolastiche, questo libro vuole fare luce sulla Didattica della Storia in Italia, in comparazione con la situazione vigente in altri importanti paesi europei (Francia, Germania, Olanda e Svizzera). Ampio spazio è inoltre dedicato, al suo interno, ad alcune esperienze di didattica laboratoriale condotte in Italia ai fini di ripensare la trasmissione del sapere storico nelle scuole secondarie di secondo grado e più in generale negli istituti scolastici taliani.

     

  • img-book

    Prote Hyle – Notions of Matter in the Platonic and Aristotelian Traditions A cura di: 20,00

    Prote Hyle – Notions of Matter in the Platonic and Aristotelian Traditions.

    How do we experience matter? Does it present itself to the senses? Or is it only an empty substratum that cannot be grasped if deprived of all sensible qualities? Is it perceived as a continuum, or rather intellectually reconstructed through mental and logical forms? Or is it that the very idea of a continuum is itself the outcome of mental abstraction?

    The nature of matter has been a central issue for philosophy since its inception.
    The constant oscillation of ancient thought between matter as indeterminateness that does not have a concept and does not even properly exist – and matter as a principle that allows one to think plurality and otherness, that reaches even into the realm of the intelligible and mathematical, proves to be most fruitful and philosophically rewarding.

    So the present volume contains a number of studies that further elucidate, both historically and theoretically. The fundamental yet evasive concept of matter from Plato and Aristotle through Middle Platonism to its appropriation in Petritsi and Bruno.

    Per maggiori approfondimenti, cliccare QUI.

  • img-book

    QUADERNI DI CLIO N°1 – SACRA ET PRETIOSA. OREFICERIA DAI MONASTERI DI PALERMO CAPITALE A cura di: Di Natale Maria Concetta, Intorre Sergio, Bellanca Lina, Reginella Maria, 5,00

    Dopo avere sostenuto con vari progetti ed iniziative il recupero e la valorizzazione del complesso monumentale di Santa Caterina, nel 2018 la Soprintendenza di Palermo ha proposto, grazie alla collaborazione con l’Università di Palermo, l’allestimento di una mostra dedicata all’arte delle maestranze degli orafi e degli argentieri, tra la fine del XVI e il XVIII secolo, all’interno di alcune delle sale del Monastero: Sacra et Pretiosa è un’iniziativa finanziata dal Dipartimento Regionale dei Beni Culturali della Regione Siciliana nell’anno di Palermo Capitale  della Cultura.

    La mostra si è sviluppata in due fasi: nella prima, Il Monastero di Santa Caterina nel cuore di Palermo Capitale, inaugurata il 28 settembre, sono stati esposti arredi e manufatti presenti nel Monastero. Il 28 dicembre siè inaugurata la seconda fase, Oreficeria dai Monasteri di Palermo Capitale, presentando alla città il ricco patrimonio di arti decorative presenti nei Monasteri della Sicilia, raccogliendo, in un’unica  sede, capolavori dell’arte tessile ed orafa. La mostra si sviluppa nelle sale del Monastero cui si accede dalle corsie del Chiostro: il Parlatorio, la stanza della Priora, la Sacrestia, la sala del Capitolo e la Cappella di San Matteo. Gli ambienti inseriti nel percorso espositivo sono parti significative della vita claustrale del Monastero e documentano, nei pavimenti, nei decori delle volte e delle pareti, le diverse fasi costruttive del monumento.

    Le modalità dell’allestimento hanno quindi privilegiato il rispetto del luogo, in modo che vetrine ed opere in prestito siano inserite nelle sale senza alterare la visibilità degli ambienti in cui si trovano. Alcune delle vetrine realizzate, come quelle nella stanza della Priora e nella Sacrestia, resteranno a chiusura della mostra per custodire le opere d’arte del Monastero in esposizione permanente. Per la realizzazione dell’esposizione è stato creato un team di restauratori ed operatori – della Soprintendenza ed incaricati dal Rettore del Monastero – che hanno lavorato insieme per mettere in luce quanto rinvenuto e ricreare con gli arredi originali gli ambienti nella loro destinazione d’uso originaria, in modo che il Monastero, pur in assenza delle suore, continuasse a mantenersi vivo in tutti gli spazi, anche attraverso l’esposizione degli oggetti della vita quotidiana. Viene proposta, grazie ai prestiti acquisiti, una selezione mirata di suppellettili liturgiche, oggetti preziosi di carattere profano e opere in corallo, varie per tipologia, tecnica di esecuzione e materiali, ampiamente rappresentative della produzione artistica palermitana dell’epoca, privilegiando gli esemplari che dopo la soppressione degli ordini monastici sono custoditi presso i depositi museali e che pertanto torneranno ad essere visibili nel privilegiato contesto di Santa Caterina di Palermo.

    Il progetto di musealizzazione ha trovato quindi attuazione, seppure questo monumento continui a riservare sempre nuove sorprese ed altre sicuramente ne verranno dalla realizzazione dei progetti di restauro in itinere.

  • Sale!
    img-book

  • img-book

    Rivista Osservatorio Permanente della Giustizia Tributaria A cura di: AA. VV. 10,00

    Rivista Osservatorio Permanente della Giustizia Tributaria

    Il volume si costituisce nel seguente modo.

    Indice
    Inizialmente, la Prefazione a pagina 7

    Presentazione 9

    Transazione fiscale ed indisponibilità del credito tributario 11
    Angelo Cuva, docente di diritto tributario Università di Palermo

    Per questo motivo, i rapporti tra processo tributario e fallimento a pagina 31
    Stanislao De Matteis , Magistrato sezione fallimentare tribunale di Napoli – Giudice Tributario L’iva in eccesso non si può detrarre 61

    Salvatore Forastieri, Garante del contribuente per la Sicilia
    Particolare tenuità del fatto e reati tributari 69

    D. B. Giacalone, Segretario camera avvocati tributaristi di Palermo
    Pertanto, l’evasione attraverso utilizzo di fatture false. In particolare, le fatture soggettivamente inesistenti 73

    A. Pellegrino Mazzarotti, Capo di Stato Maggiore Comando Interregionale Italia sud-occidentale guardia di finanzaNessuna deroga alle regole fiscali nella tassazione dei proventi illeciti 85.

    Infine, Omar Salvini, Comandante del gruppo tutela entrate del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Palermo.

    In aggiunta, per ulteriori informazioni, cliccare QUI.